Link: http://curezone.com/forums/fm.asp?i=2064711

Il Lichen sclerosus (LS) è classificato come ‘malattia autoimmune’ e indipendentemente dal fatto che la classificazione si adatta, ha molto in comune con altre malattie di quel gruppo. Pertanto, le cose che possono aiutare altre diagnosi possono aiutare anche in caso di LS.

Si consideri una dieta anti-infiammatoria. Eliminare il glutine e i latticini dalla dieta quotidiana. Poi, cucinare tutto ciò che è ad alto contenuto di lectine, che sono molto infiammatorie, per almeno 20 minuti in una pentola a pressione per distruggere le lectine. (Patate, pomodori, melanzane, fagioli e piselli secchi, arachidi, soia).

Considerare gli integratori che hanno poteri anti-infiammatori, come l’olio di enotera, omega-3 o olio di fegato di merluzzo.

L’utilizzo topico di Estrace (per le donne) può ispessire la pelle in modo che si possa riparare agli eventuali danni del Clobesol. L’olio di Emu o l’olio di cocco biologico vergine possono aiutare ad idratare e ammorbidire la pelle.

Protandim è un integratore a base di erbe che combatte lo stress ossidativo degli oligodendrociti. Vi è evidenza che il LS sia collegato a stress ossidativo. Quindi, può aiutare il vostro corpo a combattere il LS.

Una risposta a Dieta per il Lichen sclerosus

  • Lucia scrive:

    Grazie al vostro sito, ora mi sento meno sola, ma la tensione e la paura sono tante! Mi è stata diagnosticata una forma di lichen ai genitali lo scorso gennaio ed ora ho il lichen orale. Ho trovato il vostro sito mentre cercavo uno specialista a Bologna, città dove abito. Grazie ancora.
    Lucia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>